Il presidente della Bielorussia, Alexander Lukashenko, stretto alleato del presidente russo Vladimir Putin, ha iniziato oggi una visita di Stato di tre giorni a Pechino, mentre le tensioni geopolitiche aumentano a causa dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. La Cina ha affermato che la visita rappresenta un’opportunità per promuovere ulteriormente la cooperazione tra i due Paesi, ma sorgono preoccupazioni che la Cina stia considerando l’opzione di fornire assistenza militare alla Russia, il che potrebbe comportare gravi conseguenze secondo le autorità degli Stati Uniti. Tuttavia, la Cina ha respinto queste accuse come una campagna diffamatoria e ha sostenuto di essere impegnata nella promozione dei colloqui di pace, incolpando invece Washington e i suoi alleati per l’aumento del conflitto fornendo all’Ucraina armi difensive. Durante il briefing quotidiano di lunedì, la portavoce del ministero degli Esteri cinese, Mao Ning, ha dichiarato che “gli Stati Uniti non hanno il diritto di interferire nelle relazioni tra Cina e Russia” e ha respinto qualsiasi pressione o coercizione statunitense.Regenerate response

Di admin

Lascia un commento