Presentata nella Sala Conferenze di Confindustria Piacenza la tre giorni dedicata ai protagonisti della filiera l’idrogeno italiano

Si è svolta nella Sala conferenze di Confindustria Piacenza la presentazione della 2ª edizione della HYDROGEN EXPO, l’innovativa mostra-convegno italiana dedicata al comparto tecnologico per lo sviluppo della filiera dell’idrogeno, in programma dal 17 al 19 Maggio 2023 negli spazi del Piacenza Expo. A introdurre la più grande manifestazione italiana dedicata al comparto, la sindaca di Piacenza, KATIA TARASCONI, FRANCESCO ROLLERI, presidente di CONFINDUSTRIA PIACENZA, NICOLA PARENTI, vicepresidente di CONFINDUSTRIA PIACENZA con delega all’Energia, GIUSEPPE CAVALLI, presidente di Piacenza Expo, GIANENRICO GRIFFINI, redattore di “ALLESTIMENTI & TRASPORTI” nonché presidente dell’organizzazione internazionale “TRUCK OF THE YEAR” e FABIO POTESTÀ, direttore di MEDIAPOINT & EXHIBITIONS, società organizzatrice dell’evento e.

Fin dalla sua prima edizione, HYDROGEN EXPO si è imposta quale punto di incontro a livello nazionale di tutti i protagonisti della filiera dell’idrogeno.Un ruolo centrale testimoniato dal boom di adesioni registrato per questa seconda edizione, che ha visto quadruplicare il numero degli espositori rispetto all’edizione inaugurale del Giugno scorso, un dato che consente di incoronare HYDROGEN EXPO 2023 come la più grande manifestazione italiana dedicata alla filiera tecnologica per lo sviluppo dell’idrogeno.

La manifestazione organizzata da Mediapoint & Exhibitions mira a promuovere la nascita di un network sinergico in grado sia di dare impulso alla produzione di idrogeno a impatto zero, sia di diffonderne la tecnologia, sia di sostenerne la futura domanda. Lo scopo dichiarato è fare del Piacentino un distretto dell’idrogeno di livello nazionale ed europeo.

Nei giorni in cui la Regione Emilia Romagna annuncia il progetto di legge che formalizzerà l’adesione all’associazione Hydrogen Europe, a Piacenza si accendono i riflettori sulla 2° edizione di Hydrogen Expo. Perché seguire la vocazione di questo territorio alla ricerca e all’innovazione significa, oggi più che mai, porsi l’obiettivo di uno sviluppo che tuteli la sostenibilità ambientale ed economica, valorizzando le opportunità tecnologiche e quelle derivanti dal PNRR per investire, con una prospettiva di lungo termine, nell’uso intelligente delle fonti energetiche e nel contrasto allo spreco di risorse. Hydrogen Expo è tutto questo: lavorare insieme non per rispondere a un’emergenza, ma per pianificare un futuro capace di abbracciare tutte le componenti della filiera industriale legate all’idrogeno, mettendo in rete e promuovendo i progetti virtuosi, le buone pratiche e i contributi concreti al cambiamento. Ringrazio tutti i partner che rendono possibile questo evento, confermando l’impegno dell’Amministrazione comunale per far crescere non solo questa manifestazione, ma le potenzialità e il ruolo trainante di Piacenza come distretto dell’idrogeno”. Così la sindaca di Piacenza, KATIA TARASCONI.

E in questo processo di riconversione, un ruolo guida è indiscutibilmente svolto da Confindustria Piacenza, da sempre in prima fila nella promozione di virtuose sinergie tra produttori e consumatori di energia.

Dichiara FRANCESCO ROLLERI, presidente di Confindustria Piacenza: “L’anno scorso parlavamo di una fiera neonata, tutta improntata al futuro. La ritroviamo nel 2023 più grande e ormai conosciuta da tutte le realtà che vogliono giocare un ruolo da protagonisti nel settore dell’idrogeno. L’industria piacentina, più di tante altre, si è dimostrata pronta ad accettare questa sfida. Grazie alla sua tradizione nell’Oil&Gas, all’unicità della sua collocazione geografica e, ancora, alla sua invidiabile rete di subfornitura. Quest’anno anche Confindustria parteciperà con un proprio stand ospitando diverse aziende piacentine, a dimostrazione di quanto l’associazione creda in questa fiera”.

Siamo di fronte a una rivoluzione obbligata perché dobbiamo ridurre le emissioni entro 15/20 anni. E uno degli elementi sui quali investire è sicuramente l’idrogeno”, aggiunge NICOLA PARENTI, vicepresidente di Confindustria Piacenza, “Nel Piacentino abbiamo imprese importanti, in primis dell’Oil&Gas, che ci stanno credendo e stanno lavorando per produrre componenti resistenti a questa molecola. La strada è lunga, ma questo è l’inizio e dobbiamo crederci. Dobbiamo creare una filiera che un domani crescerà con nuove aziende. E una fiera come HYDROGEN EXPO è fondamentale per conoscerci fra di noi, per far nascere delle esigenze e creare sinergie che ci poteranno a superare i limiti che ha ancora questa tecnologia, a partire dai costi per la sua produzione”.

Poiché quello dell’idrogeno è un comparto estremamente innovativo, alla tre giorni piacentina troveranno spazio le più recenti realizzazioni per la produzione, lo stoccaggio, il trasporto e l’utilizzo dell’idrogeno. Focus particolari saranno poi dedicati alle tematiche relative al suo utilizzo nel trasporto sia su gomma che su rotaia, nell’ambito marittimo e nelle strutture portuali. Ampio spazio sarà poi dedicato agli “e-fuels” e ai materiali più innovativi per il comparto, senza dimenticare le ultime novità in fatto di normative e certificazioni del settore. 

L’idrogeno non sarà l’immediato futuro del trasporto, perché adesso stanno arrivando i veicoli elettrici a batteria, i quali però saranno seguiti da quelli elettrici con “Fuel Cell” o alimentati a idrogeno”, spiegaGIANENRICO GRIFFINI, redattore di “Allestimenti & Trasporti” nonché presidente dell’organizzazione internazionale “Truck Of The Year”, “Ciò presuppone che si creino le condizioni abilitanti che permetteranno all’idrogeno di diffondersi, come ad esempio le stazioni di rifornimento adatte e l’Ue si sta muovendo in questa direzione. In questo percorso di transizione, una fiera come HYDROGEN EXPO aiuterà sicuramente, anche perché illustra ciò che l’industria è già in grado di fare, soprattutto nel campo della componentistica per i veicoli a idrogeno, che è differente da quella per i veicoli a combustione interna”.

Sottolinea invece Giuseppe Cavalli, presidente di Piacenza Expo: “Tra gli addetti ai lavori c’è molta curiosità per questa seconda edizione. Se infatti la prima è stata l’introduzione di un argomento, l’idrogeno, destinato a stravolgere l’universo economico, quest’anno deve essere l’edizione che ne conferma la strategicità.Come Piacenza Expo stiamo lavorando con Mediapoint per dare impulso a questa nuova forma energetica green. Perché crediamo fortemente che possa essere una risorsa per tutto il Piacentino”.

Complessivamente sono 31 i patrocini già raccolti dal HYDROGEN EXPO tra le associazioni di categoria che compongono la filiera.

A questi si aggiungono poi i patrocini istituzionali, concessi dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e da quello dei Trasporti e delle Infrastrutture, dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, da Regione Emilia-Romagna, Enea e Comune di Piacenza.

Organizzare un nuovo evento fieristico, soprattutto attinente ad un comparto tecnolgico così innovativo come quello dell’idrogeno, costituisce un’iniziativa assai coraggiosa in Italia, dove sono presenti migliaia di aziende spesso in forte concorrenza. Aziende che prima di aderire a nuove manifestazioni, monitorano attentamente le mosse delle altre imprese del settore, una consuetudine che limita sempre una massiccia adesione alle edizioni inaugurali di qualsiasi fiera”, commenta FABIO POTESTÀ, direttore di MEDIAPOINT & EXHIBITIONS, società organizzatrice dell’evento. “Ma è nel Dna di Mediapoint & Exhibitions fare da “apripista” per nuove iniziative, e così, anche per HYDROGEN EXPO, la società ha applicato il suo “modus operandi”, ottenendo ottimi riscontri già alla 2ª edizione della fiera che – a circa 2 mesi dalla sua apertura – ha già superato le 120 aziende espositrici.”, conclude POTESTÀ.

Fitto il programma di convegni organizzati direttamente dagli espositori. Tra i numerosi appuntamenti in calendario, spiccano il workshop pianificato da DANIELI COMBUSTION dal titolo: “La Decarbonizzazione nei Forni di Riscaldo e di Trattamento Termico” e il convegno a cura di 3P SAFETY  – in collaborazione con FSE PROGETTI e KIWA CERMET ITALIA – “Idrogeno Sicuro e Sostenibile”. Di particolare interesse, poi, l’incontro “Best Practices for Engineering Design, Safety and Asset Management”, a cura di MES-Monaco Engineering Solutions.

Novità assoluta di questa seconda edizione saranno poi gli IHTAITALIAN HYDROGEN TECHNOLOGY AWARDS, i premi concepiti per dare visibilità (anche internazionale) alla qualità e alla capacità di innovazione delle imprese e dei professionisti italiani che operano nei vari comparti tecnologici afferenti alla filiera dell’idrogeno.

Le premiazioni degli IHTA 2023, saranno assegnate in occasione della Cena di Gala della manifestazione che si terrà nella serata del 17 Maggio prossimo presso la Sala degli Arazzi della Galleria Alberoni di Piacenza.

Di admin

Lascia un commento