Nato da un’idea di Elon Musk è il progetto che dovrebbe permettere di coprire in pochi minuti centinaia di chilometri

treni iperveloci che vanno sottoterra e sott’acqua potrebbero rivoluzionare non solo il trasporto pubblico, ma anche i viaggi internazionali del prossimo imminente futuro.
Scienziati e tecnici sono al lavoro per raggiungere l’ambizioso obiettivo di poter sfrecciare da un Paese all’altro nello stesso tempo che attualmente occorre per spostarsi da una città all’altra.

Tutto è nato una decina di anni fa dall’idea di Elon Musk, l’imprenditore sudafricano con cittadinanza canadese e naturalizzato statunitense, già creatore nel 2002 di SpaceX (Space ExplorationTechnologies Corporation), l’azienda aerospaziale statunitense nata per creare tecnologie che riducano i costi dell’accesso allo spazio e permettano la colonizzazione di Marte. È Musk che ha fondato Tesla Motors, la società che produce e vende veicoli elettrici e che al momento sostiene l’azienda Hyperloop, la quale sta mettendo a punto un sistema di trasporto sotterraneo ad alta velocità attualmente in fase di costruzione e sperimentazione in America.

Hyperloop funziona con un motore elettrico ultra efficiente, capace di sfruttare la tecnologia della lievitazione magnetica, già in uso su molti treni in Giappone.

La capsula nella quale si viaggia, una sorta di navicella spaziale, si sposta in un tubo dove è stato indotto un ambiente simile al vuoto, che permette al convoglio di spostarsi senza incontrare resistenza e quindi ad altissima velocità, per tragitti molto lunghi, peraltro consumando pochissima energia rispetto a quella necessaria per farlo partire.

Un sogno ambizioso, quello di Musk, che già sta navigando veloce verso la concretizzazione.

Tratte Hyperloop si stanno progettando non solo in America dove è già sulla carta quella che collegherebbe Chicago a Pittsburgh in 30 minuti.
Il primo percorso su cui si sta lavorando va da Los Angeles a San Francisco. Un altro tragitto prevede di andare da New York a Washington D.C. in 29 minuti invece delle attuali 2 ore e 56 minuti.
Hyperloop punta anche all’India e agli Emirati Arabi sul percorso Abu Dhabi – Dubai percorribile in 12 minuti.
Intanto ha avuto esito positivo, dopo oltre 400 prove tecniche, il viaggio del mezzo con due passeggeri a bordo per un tragitto di 500 chilometri percorsi a 400 km/h nel deserto del Nevada.

Francesco Castellini

Di admin

Lascia un commento