A denunciarlo è Maria Cristina Pisani, presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani

“I giovani italiani? Studenti e lavoratori fuori sede sono penalizzati anche per il ritorno a casa durante le feste, a causa di un incremento dei costi dei trasporti che, in molti casi, rende più economico un viaggio all’estero. È un problema a cui siamo tristemente abituati. Il problema del tornare dai propri cari aumenta il disagio di una generazione ormai affetta cronicamente da una crisi economica e sociale”.

A denunciarlo è Maria Cristina Pisani (nella foto sopra), Presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani (CNG).

“L’aumento del costo dei biglietti aerei, rispetto allo stesso periodo del 2022, secondo Assoutenti, tocca il +71,5%. Un volo, andata e ritorno, Roma – Catania costa fino a 369€, mentre un treno Milano – Reggio Calabria parte dai 294 euro della tariffa base.

L’incremento dei flussi turistici, a livello nazionale e internazionale, rappresenta un segnale incoraggiante per il settore turistico e la ripresa economica del Paese. Ma è fondamentale – aggiunge Pisani – che le istituzioni e le aziende di trasporto lavorino insieme per trovare soluzioni che rendano i viaggi più accessibili a tutti, senza penalizzare i cittadini che, fuori sede per motivi di studio o lavoro, vogliono tornare dai propri cari”.
Ufficio Stampa Consiglio Nazionale dei Giovani | Italian Youth Council

Di admin

Lascia un commento