Diciotto nuove aziende nella Top 25. Accenture guadagna una posizione e balza in testa alla classifica. I settori della consulenza IT e tecnologico si confermano dominanti

LinkedIn, il più grande network professionale online al mondo, pubblica oggi la sua classifica annuale Top Companies 2023 Italia che, basandosi sui dati della piattaforma, mette in evidenza le 25 aziende italiane che emergono come i migliori luoghi di lavoro per sviluppare la propria carriera. 

Le principali tendenze della lista Top Companies 2023 in Italia

Quest’anno, sono ben diciotto le aziende che entrano per la prima volta nella classifica delle 25 Top Companies italiane stilata da LinkedIn, tra le quali Leonardo, Amazon, Nexi Group e Cisco. Rispetto al 2022, quindi, la lista si aggiorna di molte nuove realtà dove poter sviluppare la propria carriera, ma il settore tech e servizi IT si conferma dominante anche quest’anno, seguito dal manifatturiero. Tuttavia, in ambito IT, Accenture è l’unica conferma dall’anno precedente, posizionandosi in testa alla classifica.

Meno presenti rispetto allo scorso anno sono invece gli operatori del settore bancario-assicurativo, con la sola Unicredit (al sesto posto) all’interno delle Top 25. Esce di scena anche il settore automobilistico e lascia spazio a beni di consumo e manifattura: Procter & Gamble (al settimo posto), Essilor Luxottica (quindicesima), Electrolux (diciannovesima).

“La terza edizione italiana di LinkedIn Top Companies mostra nuovamente una preponderanza delle aziende IT e tech, ma si presenta più varia che nel recente passato. Rispetto al 2022, guadagnano posizioni i settori del retail, servizi di consulenza manageriale, manifatturiero e farmaceutico. È un cambiamento che mette in evidenza la rapidità con cui diversi settori stanno evolvendo in un contesto di incertezza economica globale e di grandi mutamenti nel mondo del lavoro, e la loro capacità di offrire ai professionisti opportunità di crescita professionale interne ed esterne nonché la possibilità di accrescere le proprie competenze.” Michele Pierri (nella foto), International Editorial Special Projects Lead e Managing News Editor di LinkedIn Notizie Italia.

La classifica annuale LinkedIn Top Companies è una risorsa a disposizione di chi cerca impiego o desidera imprimere alla propria carriera un cambio di rotta, anche e soprattutto in un momento come quello attuale, in cui il mondo del lavoro è ancora in continua evoluzione. Chi desidera intraprendere nuovi percorsi lavorativi, più in linea con le proprie ambizioni e necessità, può trovare in LinkedIn Top Companies un utile strumento per  individuare posizioni aperte, connettersi con dipendenti delle aziende in classifica o ancora scoprire quali di esse offrono una cultura aziendale in linea con le proprie aspettative o opportunità di sviluppare skill che potrebbero costituire un importante valore aggiunto per la propria crescita professionale.

Metodologia della realizzazione della lista

LinkedIn Top Companies 2023 è stata realizzata esaminando le azioni e i percorsi di carriera di milioni di professionisti sulla piattaforma tra gennaio e dicembre 2022, utilizzando una metodologia attentamente ponderata che include non solo la stabilità, ma anche la diversità di genere di ciascuna azienda, nonché la crescita delle competenze e la capacità di avanzare internamente ed esternamente all’impresa.

Più specificamente, per la realizzazione della classifica Top Companies 2023, pubblicata dalla redazione di LinkedIn Notizie, i data scientist di LinkedIn hanno condotto un’analisi relativa ad alcuni temi chiave, come ad esempio cosa significhi riuscire a costruirsi una buona carriera professionale e li hanno combinati con i dati unici dalla piattaforma LinkedIn. Sono stati inoltre presi in considerazione otto elementi fondamentali che esaminano le informazioni relative al rapporto delle aziende con i propri dipendenti, ciascuno dei quali rappresenta un importante indicatore di crescita all’interno della realtà aziendale:

  • Capacità di avanzamento: monitora sulla base di qualifiche standardizzate le promozioni dei dipendenti all’interno di un’azienda e i trasferimenti in una nuova azienda.
  • Sviluppo delle competenze: considera, usando competenze standardizzate di LinkedIn, come i dipendenti dell’azienda acquisiscono competenze durante il periodo di assunzione.
  • Stabilità dell’azienda: monitora i tassi di abbandono nel corso dell’ultimo anno, nonché la percentuale di dipendenti che rimane in azienda per almeno tre anni.
  • Opportunità esterne: considerano la strategia di contatto dei recruiter nei confronti dei dipendenti dell’azienda e indicano la domanda di lavoratori provenienti da tali aziende.
  • Affinità aziendale: misura quanto è di supporto la cultura aziendale ed esamina il volume di collegamenti su LinkedIn tra i dipendenti, considerando le dimensioni dell’azienda.
  • Diversità di genere: misura la parità di genere all’interno di un’azienda e delle sue consociate.
  • Background accademico: considera la varietà dei livelli di istruzione tra i dipendenti, da nessuna laurea fino al possesso di un dottorato, indice dell’impegno ad assumere un’ampia gamma di professionisti.
  • La presenza di dipendenti nel Paese: considera il numero di dipendenti dell’azienda nel Paese rispetto ad altre aziende, per rilevare le aziende che offrono un ambiente lavorativo vario e più opportunità di avanzamento e networking. 

La lista completa delle Top Companies Italia 2023 comprende: 

1Accenture
2Amazon
3Bain & Company
4JD Sports Fashion
5Leonardo
6UniCredit
7Procter & Gamble
8Siemens
9Intellera Consulting
10Tetra Pak
11Fincantieri
12Oracle
13Enel Group
14Eli Lilly and Company
15EssilorLuxottica
16Ferrovie dello Stato Italiane
17Nexi Group
18Flowserve Corporation
19Electrolux
20Technip Energies
21Cisco
22SAP
23Kyndryl
24ADP
25Medtronic

L’articolo completo è consultabile qui.

Per essere ritenute idonee, le aziende devono contare almeno 500 dipendenti nel Paese al 31 dicembre 2022 e avere un tasso di abbandono non superiore al 10% nel periodo preso in esame in base ai dati di LinkedIn. Analogamente, non sono idonee nemmeno le aziende con tassi di licenziamento superiori al 10% della forza lavoro, in base agli annunci diffusi tra il 1° gennaio 2022 e la data di pubblicazione della lista. Vengono classificate solo le società madri; le filiali controllate a maggioranza e i relativi dati sono inclusi nel punteggio totale dell’azienda madre. L’intervallo di tempo considerato va dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022. L’analisi rappresenta il mondo visto attraverso le lenti dei dati di LinkedIn, ricavati da informazioni aggregate e rese anonime dei profili degli utenti di LinkedIn in tutto il mondo.

Sono escluse tutte le aziende di recruiting e per la ricerca del personale, gli istituti didattici e le agenzie governative. Sono escluse anche LinkedIn, la sua società madre Microsoft e le filiali di Microsoft.


Informazioni sulle aziende 

Le informazioni sulle aziende sono state ricavate utilizzando LinkedIn Talent Insights e includono la società madre e le filiali controllate a maggioranza. I dati riflettono le informazioni degli utenti, pubbliche e aggregate, tratte dai profili LinkedIn attivi nel Paese di pertinenza e includono i profili di dipendenti associati alla società madre e alle filiali controllate a maggioranza su LinkedIn. Sono esclusi gli utenti identificati come tirocinanti o collaboratori. Tutte le informazioni si riferiscono a un periodo di 12 mesi a ritroso da gennaio 2023. Le sedi principali sono state classificate come le aree geografiche o le città che hanno registrato la più alta percentuale di assunzioni per ogni azienda. I dati sulle competenze caratteristiche derivano dalla misurazione delle competenze più frequenti fra i dipendenti di un’azienda, in confronto ad altre aziende. Le qualifiche più rappresentate indicano le occupazioni più comuni in ogni azienda. Le aree funzionali con più lavoratori rappresentano i dipartimenti prevalenti in ogni azienda.

Informazioni su LinkedIn

LinkedIn connette i professionisti nel mondo per renderli più produttivi e di successo e trasforma il modo in cui le aziende assumono, imparano, fanno marketing e vendono. La nostra visione è quella di creare opportunità economiche per ogni membro della forza lavoro globale attraverso il continuo sviluppo del primo Economic Graph al mondo. LinkedIn ha più di 900 milioni di membri, dei quali 17 milioni in Italia, e uffici in tutto il mondo.

Di admin

Lascia un commento