La lavorazione della ceramica italiana è una delle peculiarità artistiche del nostro Paese. Infatti, l’Italia conta un patrimonio storico culturale ineguagliabile, che comprende anche di opere d’arte di ceramica. A riguardo, la Nazione sfruttando  i giacimenti d’argilla  presenti lungo l’intero territorio, ha sviluppato un’elevatissima tradizione artigianale, confermata dalla moltitudine di botteghe che operano sulla penisola, specializzate nella produzione di ceramiche artistiche. Ogni bottega d’arte ceramica ha la sua storia, le sue tecniche e i suoi stili originali.

Anticamente la ceramica veniva utilizzata per costruire stoviglie o oggetti per la tavola, utensili di uso comune. Con il passare del tempo la ceramica si slega dal suo tradizionale ruolo di materiale grezzo per raggiungere un ruolo importante nella creazione di opere pregiate: la ceramica diventa mezzo principale per dar vita ad oggetti artistici decorati, sculture originali e a finissime porcellane. Ad oggi la ceramica è il materiale più usato da designer e artigiani che revisionando le antiche tradizioni in chiave moderna, realizzano articoli che rappresentano il perfetto legame tra arte, storia e design.

Inoltre, le ceramiche artistiche italiane prodotte dagli antichi laboratori  che, attraverso l’esperienza e la passione degli artigiani esaltano  un semplice pezzo di argilla rendendolo un’opera d’arte, sono diventate uno dei  simboli principali del Made in Italy: con una percentuale di vendite elevatissime all’estero, contribuendo alla diffusione delle eccellenze italiane nel mondo e allo sviluppo economico di intere zone del Paese, tra cui rientrano  sicuramente città Toscane e Umbre, seguite da località della  Costiera Amalfitana e da alcune della Sicilia.

Fra i tanti laboratori di ceramica presenti nel Bel Paese,   uno dei più noti è quello dei Bottegai Ceramisti di SamniArt, figli dell’esperienza artigiana del Molise.  Il laboratorio ceramico di SamniArt si trova nel paese di Vinchiaturo, in provincia di Campobasso, ed ha una tradizione familiare di oltre 30 anni. Le tecniche e gli stili decorativi utilizzati per le varie creazioni sono, però, molto più antichi e si rifanno all’Arte Sannitica e Giapponese. 
In particolare, questi esperti artigiani molisani hanno studiato l’antica arte Raku, tecnica giapponese di cottura della ceramica che risale al 1500. Ne hanno appreso ogni particolarità e hanno scelto di utilizzarla per proporre in una nuova chiave decorativa i motivi decorativi tipici del Samnium. 

Oggetti di ceramica di design e complementi d’arredo di forte impatto visivo, pezzi unici e irripetibili in grado di conferire un tocco di personalità esclusiva ad ogni ambiente. Per vivere l’emozione dell’arte che resta, mentre tutto scorre.  

Nello stesso senso, si pone la nobile produzione artigianale delle porcellane di Capodimonte a Napoli, una cultura che ha origine a metà settecento e continua fino ai giorni nostri con la fabbrica Real Fabbrica di Capodimonte che  arrivò poi anche a primeggiare rispetto alle rivali europee., per una innovativa tecnica in grado di creare un effetto di “sottovetro”, sconosciuto al resto del mondo.  Dunque, la storia, l’arte e la tradizione che si celano dietro le porcellane di Capodimonte sono di un valore inestimabile, in grado di raccontare la storia napoletana di fine settecento.

Lascia un commento