Stilista classe 1989, nato in Virginia Brett Johnson è un designer afro-americano, figlio di due genitori noti e importanti, fondatori di BET Entertaimnment, una famosissima rete televisiva via cavo venduta successivamente alla Viacom. La passione di Brett però è tutta nella direzione della moda. Infatti, dopo gli studi, inizia la sua attività collaborando con il brand Donna Karan, per fondare nel 2014 a New York la sua casa di moda. Nel 2017 aprirà il suo primo  flagship Store nel quartiere di Soho mentre il suo grande amore per il Made In Italy lo porterà a spostare il suo quartier generale in Italia.

I capi realizzati da Brett attraversano uno stile in perfetto equilibrio tra tradizione e contemporaneità, passando dal casual alla sartorialità, un total look equilibrato e ricco di contaminazioni : dai jeans, alle jacket, maglie in cachemire, giubbotti in pelle, piumini smanicati sino ad arrivare alle sneakers. Proprio queste sono l’ultima novità del brand, nate dall’amore assoluto per la nostra eccellenza, un attenzione meticolosa per la qualità che ha reso possibile la creazione di queste iconiche calzature realizzate in cachemire suede; il designer crea anche accessori importanti con pellami esotici, come zaini, valigie e cinture. Collezioni, quelle disegnate e prodotte da Brett, dedicate ad un uomo contemporaneo, che ama indossare capi leggeri e confortevoli, eleganti e raffinati, con uno stile italiano super chic, a metà tra il classico ed il moderno. I tessuti prediletti dallo stilista sono rigorosamente italiani, come il lino, la seta, il jersey ed il cachemire suede, elementi perfetti per ridisegnare un guardaroba raffinato e ricco di creatività.

Brett, è nato in Virginia, hai aperto il proprio brand a New York, ed il suo  primo Flagship Store a Soho. 
Brett ha scelto di spostare la propria sede a Milano perché il marchio è interamente realizzato in Italia e utilizza tutti i migliori e più pregiati materiali italiani. Per me è stata una transizione logica e naturale.

In passato, Brett ha collaborato con brand importanti come Donna Karan. Nel suo modo di interpretare la moda,
è stato molto influenzato dalla cultura italiana mentre la componente americana è legata all’approccio imprenditoriale. Per esempio la costruzione delle silhouette e l’attenzione meticolosa per i dettagli del design, sono valori di eccellenza tipicamente italiani, che però sono interpretati con uno sguardo internazionale, in una prospettiva di mercato globale.

In realtà, tutte le pelli, i tessuti, i filati e persino l’etichettatura sono tutti creati in Italia. Credo che il know how dei laboratori artigianali e delle concerie italiane non sia secondo a nessuno, nel mondo.

Le sue collezioni sono dedicate solo all’universo maschile.
Il motivo per cui al momento si occupa solo di abbigliamento maschile è perché è quello che conosce e respira. La sua filosofia è sempre quella di attenersi a ciò che meglio conosce e cercare di padroneggiare quel linguaggio espressivo. Tuttavia, nulla esclude che un giorno il grande stilista possa avventurarsi nell’universo della moda femminile, da cui è molto attratto.

Brett conta una vasta gamma di clienti. Atleti affermati, architetti, musicisti, creativi, imprenditori. È un dato di fatto che il marchio piace ed è sponsorizzato da un  ampio spettro di persone.

Al  momento Brett non possiede capo iconico. Tuttavia se dovesse indicare una categoria prodotto direbbe che i capispalla in generale, sono ben recepiti commercialmente.

Lascia un commento