Renantis (ex Falck Renewables) e Ventient Energy , società controllate da investitori istituzionali di cui Global Infrastructure group di J.P. Morgan Asset Management è advisor , dichiarano di voler creare una partnership sinergica allo scopo di trasformarsi nel polo principale di produzione  di energia rinnovabile in tutta Europa. Con una capacità totale installata di 4,2 GW e oltre 200 impianti, la nuova realtà diventerà uno dei primi cinque produttori indipendenti europei di energia eolica a terra. Insieme, le due società detengono un portafoglio diversificato che include impianti di eolico a terra, fotovoltaico e sistemi di accumulo energetico in nove Paesi, tra Europa e Stati Uniti.

La flotta di Renantis e Ventient Energy ammonta a 18 GW e include eolico a terra, eolico marino galleggiante, fotovoltaico, sistemi di accumulo energetico e progetti di idrogeno verde. Renantis e Ventient Energy hanno iniziato il processo di integrazione, che punta a una comune operatività dal 2024. Gli oltre 750 dipendenti di Renantis e i 250 di Ventient Energy costituiranno un’unica realtà che si svilupperà su un’ampia scala, fornendo opportunità e competenze diversificate a personale, stakeholder e azionisti. L’amministratore delegato di Renantis.

Toni Volpe, guiderà la nuova organizzazione verso gli obiettivi di crescita di un business che mette al centro le persone e il Pianeta. Infatti presenta l’iniziativa commentando: “La sostenibilità e le persone sono al centro di tutto ciò che facciamo sia in Renantis sia in Ventient Energy – ha commentato Volpe – Insieme, creeremo un’organizzazione che ci permetterà di accelerare verso la costruzione di un futuro migliore per le persone e per il Pianeta. Entrambe le aziende condividono gli stessi valori, obiettivi e cultura. Questa integrazione è un passo naturale nell’evoluzione strategica delle nostre attività”.

Entusiasta della proficua intesa anche Kevin McCullough, amministratore delegato ad interim di Ventient Energy, che ha dichiarato: “Questa è una pietra miliare entusiasmante nella crescita delle nostre aziende. Le sinergie e le competenze complementari che già esistono ci permetteranno di raggiungere un potenziale non ancora sfruttato. Da sole, le nostre aziende stanno compiendo passi importanti per accelerare la transizione energetica e costruire un futuro energetico più sostenibile. Ma insieme questi passi diventano passi da gigante, che possiamo trasformare in crescita ancora maggiore nel futuro“.

 Infine, aggiunge che la nuova iniziativa continuerà a fornire soluzioni personalizzate di gestione dell’energia, gestione degli asset e consulenza tecnica, mantenendo il suo comprovato track record nella fornitura di servizi a clienti del settore industriale e terziario in tutte le fasi della catena del valore.

Lascia un commento