Torino è sicuramente una città moderna e anticipatrice di tendenze da molti punti di vista, ultimamente il suo spirito innovativo è confermato nel settore della a mobilità elettrica condivisa: come comunica la classifica 2023 di Clean Cities, che la colloca al secondo posto in Italia (dopo Milano) e al sedicesimo in Europa per la disponibilità di mezzi elettrici per abitante, tra bici, monopattini, auto e colonnine di ricarica. Anche la quota di bus a zero emissioni è un fattore determinante per il buon risultato. I

E anche per quanto riguarda la presenza di infrastrutture che servono alla ricarica dei veicoli elettrici, il capoluogo piemontese non è stato da meno. Con il crescere del mercato delle auto elettriche in tutta la regione, ci si è resi conto abbastanza in fretta di come questo modello di business possa essere molto proficuo. Al 31 dicembre 2021 in Italia risultano installati, secondo le rilevazioni di Motus-E – l’associazione che rappresenta le aziende che operano nel settore della mobilità elettrica – 26.024 punti di ricarica e 13.233 infrastrutture tra stazioni e colonnine. A Torino a fine 2021 i punti di ricarica in suolo pubblico erano 196 grazie a 98 colonnine attive sul suolo pubblico. Se in questo conto si include anche la parte privata, i posti di ricarica hanno toccato quota 387 nel 2021. Dati che rendono Torino la quarta città in Italia per numero punti di ricarica per abitante dopo Firenze, Roma e Milano.

Leasys Rent ad esempio, controllata di Fca Bank, ha ampliato la rete di ricarica presente in città, installando 200 nuovi charging point in città. L’azienda compie un ulteriore passo avanti nella propria strategia di elettrificazione, mettendo a disposizione degli utenti delle nuove colonnine con potenza fino a 22 kW. Nelle aree di sosta riservate a questi punti di ricarica, gli utenti Leasys Rent e Leasys (con un contratto di noleggio a breve, medio o a lungo termine) potranno parcheggiare e ricaricare gratuitamente la vettura. Entro i primi mesi del 2022 i nuovi punti di ricarica saranno disponibili anche a tutti i cittadini, compresi i clienti di altri operatori, che vorranno accedere alle zone di sosta e ai punti di ricarica. Sempre in tema di aziende prosegue anche il posizionamento di colonnine di ricarica elettrica su suolo pubblico da parte di Iren Mercato, società del gruppo Iren, la quale, nell’ambito del progetto IrenGo, è risultata fra gli operatori aggiudicatari del bando di manifestazione di interesse pubblicato dalla Città di Torino per la posa in opera di infrastrutture di ricarica pubbliche per veicoli elettrici. Attualmente in città sono una decina le colonnine di ricarica IrenGO disponibili su suolo pubblico a Torino, la prima tranche delle 35 previste a piano. A queste si aggiungeranno le altre 148 stazioni di ricarica previste a seguito dell’accordo sottoscritto da Iren Mercato con l’operatore Be Charge. L’obiettivo, per far crescere il business e diffondere questa nuova concezione di mobilità, è lavorare a stretto contatto con fornitori e stringere partnership con soggetti di altri settori.

L’assessora alla Mobilità e ai Trasporti del Comune di Torino, Chiara Foglietta, esprime la sua soddisfazione: “Torino fa parte delle 100 città europee che puntano a diventare climaticamente neutre entro il 2030. Per raggiungere questo obiettivo ambizioso, dobbiamo cambiare il nostro modo di spostarci in città. Siamo contenti che le classifiche riconoscano il nostro impegno per rendere Torino una città più vivibile”.

Lascia un commento