Centoquaranta milioni di euro di fatturato, 500 dipendenti, 18mila autovetture, più di cinquanta uffici in Italia, unico imprenditore privato in un mercato dominato da poche multinazionali. Sono i numeri dietro al successo di Tommaso Dragotto, palermitano classe 1938, fondatore di Sicily by Car, società a capitale interamente italiano leader nel settore dell’autonoleggio. La sua personalità esuberante, la sua caparbietà e la sua tenacia si sono manifestate già fin dall’adolescenza quando, dal 1954 al 1958, svolse un’intensa attività sportiva diventando un vero e proprio leader della squadra di pallanuoto di cui fa parte come portiere. Intraprese la carriera di ufficiale nella Marina mercantile, ma nella mente e nel cuore di Dragotto è sempre stata presente la volontà di avviare un’attività industriale. “Da ragazzo”, ricorda, “ho lavorato per la Gulf Oil, mi sono imbarcato, e guadagnando 70mila lire al mese senza spendere nulla, ho raccolto 1.350.000 lire e, al ritorno, pur promosso ufficiale di Marina, dissi a mia madre che la mia passione non era continuare la mia carriera in Marina ma intraprendere un’attività imprenditoriale, nel settore del noleggio di autovetture. E che con i miei risparmi volevo acquistare la mia prima auto: così feci, una Fiat 1300, usata, per 950mila lire. Avventatezza? Coraggio? Sì, certo, perché no: le sfide mi sono sempre piaciute, le sfide più spericolate, che vita è senza sfide? Ma è stata anche lungimiranza”. Nasce così, il 12 ottobre 1963, la Sicily by Car. Ha inizio la lunghissima avventura che porterà Dragotto a ritagliarsi un ruolo di protagonista nell’autonoleggio. Compagnia operante nel settore dell’autonoleggio, Sicily by Car diventa in pochi anni una tra le più grandi realtà imprenditoriali della Sicilia.

Nel 1990 la società ha collezionato un altro grande successo firmando con Luca Cordero di Montezemolo il contratto esclusivo di sponsorizzazione ufficiale dei campionati mondiali di calcio di Italia ‘90. Nel 1993 acquisisce il marchio Auto Europa. Tale decisione, generata da una costante capacità intuitiva, apre la via alla consacrazione definitiva di Sicily by Car e determina una nuova e lunga sequela di traguardi e soddisfazioni professionali e personali come l’aumento graduale del numero di vetture da duemila a oltre cinquemila nel giro di pochi anni – con una flotta attuale di 18mila vetture -, l’incremento del numero di collaboratori (che raggiunge le 500 unità tra dipendenti, agenti mandatari e affiliati), una copertura sempre più capillare del territorio nazionale con un network composto da oltre cinquanta uffici, un fatturato in costante crescita, la collaborazione con i più importanti tour operator e broker del mondo, l’apertura di uffici di rappresentanza in tutto il mondo e il lancio di nuovi prodotti come il charter nautico e il Park & Fly, operante nella nuova elegante sede inaugurata il 12 settembre 2009 a Villagrazia di Carini, in provincia di Palermo. All’ascesa imprenditoriale si affianca un’importante responsabilità sociale d’impresa che Dragotto, attraverso la Sicily by Car, ha sempre profuso in più settori d’interesse e che ha distinto tutte le attività di mecenatismo dedicate al mondo dell’arte, della cultura, della riqualificazione urbanistica e delle cause civili. La passione per i temi sociali e l’amore per il territorio d’appartenenza si sono tradotti in numerose iniziative volte alla promozione e alla valorizzazione dell’identità siciliana culminate nella nascita della Fondazione Dragotto, costola della società focalizzata sui temi dell’etica e del sociale.

Lascia un commento