Intesa Sanpaolo investe nell’innovazione al Sud e inaugura a Napoli il suo nuovo polo dedicato all’innovazione, dopo Torino e Milano, con il supporto di Talent Garden. Il centro rientra nella strategia di trasformazione digitale della banca e sarà dedicato prevalentemente allo sviluppo di applicativi in ambito pagamenti e canali corporate. Saranno previste assunzioni e riqualificazione di personale, in particolare per offrire opportunità di crescita professionale ai giovani del Meridione con profili hi-tech. «Il nuovo polo tecnologico che annunciamo oggi diventerà un vero e proprio punto di riferimento del Mezzogiorno nel campo del digitale impiegando a regime circa 400 persone. Lo faremo attraverso nuove assunzioni e riqualificazioni, con una particolare attenzione per l’equilibrio di genere – spiega Paola Angeletti, chief operating officer di Intesa Sanpaolo -. Abbiamo deciso di investire ancora una volta su Napoli e sul Sud per attrarre le migliori energie in ambito tecnologico e internalizzare quelle competenze che sono sempre più indispensabili per il modello di banca del tutto innovativo che stiamo sviluppando-. L’obiettivo – prosegue la manager – è dare spazio a profili brillanti del Mezzogiorno per trattenere i giovani sul territorio ma anche per favorire il riavvicinamento, sempre su base volontaria, di chi per motivi diversi ha dovuto allontanarsi».

Nei primi piani dell’hub avrà sede il campus di Talent Garden, parte di un progetto di Talent Garden Med, società nata in partnership con Cdp Venture Capital. La struttura accoglierà l’ecosistema creativo e tecnologico di Napoli e sarà animato da una serie di attività che si stanno progettando per il territorio: incontri con mentor internazionali della rete Talent Garden, open innovation per imprese e startup e soprattutto percorsi di formazione legati a materie tecniche. «Con il nuovo campus di Talent Garden di Napoli, che si unisce a quello di Bari come base di azione per le nostre attività nel Mezzogiorno, ci impegniamo a essere il terreno fertile dove le nuove generazioni di innovatori e imprenditori possono crescere, apprendere e trasformare le loro idee brillanti in realtà tangibili – racconta Irene Boni, ceo di Talent Garden -. Crediamo fermamente che, con le giuste opportunità educative e un ecosistema di supporto, possiamo trasformare la carica di creatività e innovazione di queste regioni in creazione di valore tangibile e duraturo». Secondo Roberto Malano, segretario Fisac Cgil, l’iniziativa consentirà «la creazione di circa 100 nuovi posti di lavoro ad alta professionalità e il rientro dei giovani neoassunti che a oggi si erano dovuti trasferire al Nord, per arrivare col tempo a circa 400 addetti che saranno pienamente coinvolti nella trasformazione digitale di Intesa Sanpaolo, compreso lo sviluppo della Intelligenza artificiale». « È uno spazio in cui le idee si generano e cogenerano — ha aggiunto Giuseppe Nargi, direttore regionale Campania, Calabria e Sicilia Intesa Sanpaolo — in cui si lavora sulle startup e si consente alle aziende innovative di formarsi, strutturarsi e poter accedere poi ai mercati nelle forme più variegate».

Lascia un commento