Secondo Christophe Braun – Investment director di Capital Group – i periodi di alta inflazione non implicano cattive notizie per l’andamento azionario. L’esperto ritiene, infatti, che il giusto quantitativo di inflazione possa rivelarsi vantaggioso per i risultati aziendali, essendo in grado di consentire l’aumento dei prezzi e la protezione della redditività. “Inoltre, aiuta le banche e le società legate alle materie prime che hanno faticato in un contesto di bassa inflazione e bassi tassi di interesse”, ha aggiunto Christophe Braun.

Poichè nel contesto odierno l’inflazione si è dimostrata persistente, Braun sottolinea come probabilmente l’aumento dei costi si protrarrà nei prossimi mesi. Le aziende che potrebbero avere successo sono quelle che forniscono servizi essenziali, come: aziende che offrono soluzioni che consentano di ridurre i costi, aziende con prodotti di qualità, i giganti della sanità oppure aziende in settori con dinamiche di domanda e offerta favorevoli. L’esperto ha sottolieato che le società i cui ricavi possono gonfiarsi a un tasso superiore a quello dei costi sono ben posizionate per ottenere risultati migliori in un contesto di inflazione più elevata. “Tali società hanno anche maggiori probabilità di migliorare l’allocazione del capitale, aumentando il rendimento del capitale per gli azionisti e, di conseguenza, migliorando la distribuzione dei dividendi”, ha aggiunto Christophe Braun.

In prospettiva: “gli investimenti in dividendi potrebbero assumere un ruolo più importante nel rendimento totale di un portafoglio”. L’investment director spiega come i titoli che generano dividendi offrano una combinazione di reddito e rivalutazione del capitale soprattutto perché le valutazioni di molte di queste società appaiono ragionevoli dopo un lungo mercato rialzista per i titoli growth.

“Tuttavia, in un contesto di tassi in crescita, è importante essere cauti nei confronti delle società che presentano un forte indebitamento o un’eccessiva leva finanziaria nei propri bilanci”, ha concluso Christophe Braun.

Lascia un commento