Le startup della micromobilità TIER Dott hanno completato a fine marzo 2024 la fusione inizialmente annunciata a gennaio. All’epoca, le aziende avevano dichiarato che gli investitori esistenti, inclusi il principale sostenitore di TIER, Mubadala Capital, e il primoinvestitore di Dott, Sofina, avrebbero investito 60 milioni di euro in capitale proprio nella nuova entità congiunta.

L’accordo segue un anno difficile nel settore della micromobilità, che ha visto TIER licenziare più di un quinto del suo personale a novembre 2023. Anche Dott ha “implementato piani di efficienza” l’anno scorso, riferisce la testata specializzata “Sifted”.

Secondo la rivista tedesca “Manager Magazin”, il merger porterebbe a una valutazione della nuova azienda pari a soli 150 milioni di euro, una forte diminuzione rispetto alla valutazione di TIER del 2021 di 2 miliardi di euro.

L’operazione è stata sostenuta da un mix di azionisti esistenti di TIER e Dott tra i quali figurano Estari, M&G, Prosus Ventures, Novator e White Star Capital. Alla guida dell’operazione le già citate Mubadala Capital e Sofina, che hanno investito 60 milioni di euro in azioni per sostenere la visione a lungo termine dell’azienda.

La società, con sede a Berlino, beneficia dell’esperienza dei fondatori e della leadership di TIER. Ha Lawrence Leuschner come Presidente, Henri Moissinac come Amministratore Delegato (Chief Executive Officer), Maxim Romain come Direttore Operativo (Chief Operating Officer) e Alex Gayer come Direttore Finanziario (Chief Financial Officer).

Il nuovo team condivide l’obiettivo di gestire le attività responsabilmente in ogni città:
– Per gli utenti: fornendo un servizio affidabile e amato dai cittadini nella loro vita quotidiana.
– Per le città: sostenendo gli obiettivi delle Amministrazioni di mobilità sostenibile, con un’integrazione rispettosa nello spazio pubblico.
– Per l’ambiente: offrendo un servizio rispettoso dell’ambiente, con basse emissioni e un approccio responsabile al ciclo di vita dei veicoli.

Lawrence Leuschner, co-fondatore e CEO di TIER, ha dichiarato: “Sono lieto di unire le forze con Dott, rafforzando ulteriormente la nostra posizione di leader della micromobilità in Europa e segnando la prossima fase nello sviluppo del settore. Siamo uniti da una visione comune di città con opzioni di trasporto più sostenibili e meno auto, e ci impegniamo ad aiutare gli utenti e le municipalità a realizzare tale visione. Con un’impronta più ampia e un’esperienza combinata, non vediamo l’ora di fornire un numero record di corse nel 2024.”

Henri Moissinac, co-fondatore e CEO di Dott, ha commentato: “Siamo molto ottimisti sul futuro della micromobilità condivisa. Le città si stanno adattando per ridurre la dipendenza dall’auto e incoraggiare le persone a fare scelte di trasporto sostenibili. Abbiamo costruito un servizio che gli utenti amano, gestito in modo responsabile. Unendo TIER e Dott, siamo ben posizionati per cogliere la prossima fase di crescita e accelerare ulteriormente il nostro percorso verso la redditività. Stiamo creando il leader europeo che fornirà la migliore esperienza ai nostri utenti, accuratamente integrata nelle città in cui operiamo”.

Riproduzione economyup.it

Di Wang

Lascia un commento