In un contesto di incertezza e crescita debole a livello globale, Sace ha confermato il suo impegno a supporto delle imprese italiane. Tanto che nel 2023 ha sostenuto con garanzie, liquidità, servizi assicurativi, formazione e iniziative di business matching 54,6 miliardi di euro di progetti (+13% rispetto al 2022), al fianco di circa 50 mila imprese, la quasi totalità di dimensioni piccole e medie. Un impegno che ha generato un impatto sull’economia italiana pari a circa 145 miliardi di euro, consentendo di sostenere 950 mila addetti. Questi i numeri contenuti nel bilancio 2023 di Sace, in linea con il Piano pluriennale INSIEME2025, ha sottolineato l’ad Alessandra Ricci.

Nonostante il significativo impegno economico, Sace ha chiuso il 2023 con un risultato lordo positivo pari a 529,3 milioni di euro, in rialzo rispetto all’esercizio precedente (128,7 milioni di euro) e un utile netto pari a 398,2 milioni di euro (rispetto agli 83,8 milioni nel 2022).

Le garanzie riconosciute 

Il portafoglio di impegni assicurati e transazioni garantite ha raggiunto i 260 miliardi di euro, in crescita del 7%.

Le garanzie a supporto dell’export e dell’internazionalizzazione hanno sfiorato i 20 miliardi di euro, mentre quelle per permettere investimenti domestici a sostegno di progetti strategici per le infrastrutture e la competitività del Sistema Paese sono state pari a 2,8 miliardi.

Le garanzie emergenziali a supporto della liquidità delle imprese, in accordo al Temporary Framework europeo terminato il 31 dicembre 2023, sono state 16,6 miliardi di euro. Così tra Garanzia Italia (attività nel contesto pandemico) e Garanzia SupportItalia (caro energia e crisi russo-ucraina), Sace ha raggiunto complessivamente 71,4 miliardi di euro. Quanto al factoring, sono stati smobilizzati 4,7 miliardi di euro sempre a supporto della liquidità delle imprese.

Non manca di certo la componente green: con 2,4 miliardi di euro garantiti da Sace, a sostegno della transizione ecologica delle imprese italiane. Risorse che portano l’apporto del gruppo a favore di progetti di economia circolare, mobilità sostenibile, riconversione di processi industriali ed efficientamento energetico a quota 12 miliardi di euro di finanziamenti garantiti.

Da notare inoltre che per l’assicurazione del credito a breve termine Sace ha impiegato 5,2 miliardi nel 2023 e per le cauzioni e i rischi della costruzione 3 miliardi di euro.

FONTE: https://www.milanofinanza.it/news/sace-55-miliardi-di-euro-a-supporto-di-50-mila-imprese-nel-2023-202404021134509461

Lascia un commento